top of page
  • nientedimenolapost

Nientedimeno il meglio del 2022



Quando l'anno finisce è sempre difficile scegliere i momenti migliori che hai vissuto, a maggior ragione diventa difficile per noi scegliere le puntate migliori, così abbiamo scelto quelle a cui in qualche modo siamo più legati. O che avete ascoltato maggiormente. Le puntate non sono assolutamente in ordine cronologico e/o di importanza.



Rimini invasa, Rimini molestata

In questa puntata parliamo con Paola di Non una di meno Rimini, a proposito del raduno degli Alpini tenutosi a Rimini e degli eventi vergognosi che sono accaduti in quei giorni.



La secca del Po

In questa puntata abbiamo parlato della siccità che ha colpito in particolare le regioni del nord Italia durante questo inverno e le conseguenze che la diminuzione delle precipitazioni stanno causando a livello italiano e globale.



Il big bang dopo lo spettacolo (di nuovo)

Di questo evento ne avevamo parlato anche durante la primavera del 2019, prima dell'inizio del suo primo tour sulle spiagge e non solo, non dimentichiamoci anche le vette alpine. Per il 2022 il Cherubini ha voluto replicare con ben 21 date il suo tour sulle spiagge italiane. Il tour, inutile a dirsi, è stato costellato da polemiche ambientali e non solo.

Noi non ci siamo voluti esimere dal non criticare il jova una seconda volta, quindi in attesa della nuova imminente stagione abbiamo deciso di fare una puntata nella quale rivendichiamo il nostro ruolo di ecopartigiani contro il suo tour di devastazione e saccheggio dei territori naturali.



La Pillirina una spiaggia da salvaguardare

Un puntata ambientata a Siracusa, dove a fine maggio, un migliaio di cittadine e cittadini sono scesi in marcia verso la spiaggia, a chiedere che l'istituzione della riserva naturale, prevista da più di dieci anni e mai resa tale dalle amministrazioni regionali.



L'opera più riformista d'Italia

Un anno fa il comune di Bologna prese la decisione di allargare il passante autostrada/tangenziale che passa a pochi chilometri dalle due torri. E non di poco! Un percorso automobilistico di 18 corsie attraverserà letteralmente la città. E non ci sono ragioni. Anzi, dovremmo anche ringraziare perché il nuovo #passante di mezzo sarà green, così green che rappresenterà il simbolo della transizione ecologica dell'intera Italia, una #transizione che però puzza di smog e di vecchio.



Speciale Brasile

In questa puntata abbiamo parlato del Brasile e della situazione politica che ha vissuto (e in parte sta ancora vivendo) durante tutto il 2022. Un paese diviso tra una politica di rinnovamento e il peggior incubo conservatore. Un paese che è stato per settimane in bilico tra Lula e Bolsonaro. Ne abbiamo parlato in questa puntata, registrata prima del ballottaggio che ha visto la vittoria di Lula, con due ospiti molto graditi.



Che si dice della Cop27

Che il cambiamento climatico possa incidere pesantemente nelle nostre vite, forse non l'abbiamo ancora capito. Pensiamo a estati più calde o a inverni più rigidi, ma invece il cambiamento climatico va oltre tutto ciò e mette a rischio l'esistenza del mondo così come lo conosciamo. Proprio per questo ogni anno gli stati del mondo si riuniscono per parlarne in una conferenza chiamata COP e che quest'anno è arrivata alla ventisettesima edizione. Che decisioni sono state prese? Che si è detto?



Velata - Intervista a Giorgia Bernardini

In questa puntata di Nientedimeno intervistiamo Giorgia Bernardini, autrice di Velata, un libro sullo sport, sull'autodeterminazione, sulle donne e sull'hijab.



La coppa del morto - Intervista a Valerio Moggia

In questa puntata di Nientedimeno intervistiamo Valerio Moggia, giornalista, scrive di sport, cultura e politica, ha pubblicato per Ultra Edizioni il libro La coppa del morto.Storia di un Mondiale che non dovrebbe esistere. Ed è proprio il mondiale in Qatar.



Speciale la buona novella

Per la serie di puntate dedicate a Fabrizio De André quest'anno abbiamo deciso di concentrarci su un album molto particolare: La buona novella.

Album per il quale l'autore dichiarava: "Avevo urgenza di salvare il cristianesimo dal cattolicesimo. I vangeli apocrifi sono una lettura bellissima con molti punti di contatto con l'ideologia anarchica"



Flashback - Jurij Gagarin

Con la storia del primo cosmonauta ad essere stato nello spazio, abbiamo inaugurato la nostra rubrica sulla storia e sulle storie che l'hanno cambiata, rubrica diversa dalle nostre classiche puntate.



Ma quest'anno è stato un anno in cui sono successe anche altre cose.


Il viaggio ad Ohissa, il cantiere dell'autocostruzione di Emidio di Treviri

Nell'area del centro Italia, che fu oggetto dei terremoti (perché fu più di uno) tra l'agosto del 2016 e il gennaio del 2017, tra giugno e luglio si è svolto #Ohissa un vero e proprio cantiere autorganizzato per una ricostruzione dal basso. Il progetto, nello specifico, prevede l'autorecupero di un bene abbandonato in una frazione montana nel pieno del cratere sismico, in provincia di Ascoli Piceno.

Il cantiere non è nato dal nulla, ma è stato immaginato e concretizzato da Emidio di Treviri un gruppo di inchiesta e di ricerca/azione sul post-sisma del Centro Italia, che attraverso una ricerca militante indaga sulle conseguenze sociali degli eventi sismici nelle aree interne.

Da questa esperienza, possiamo annunciarvi che uscirà nel 2023 un nostro piccolo documentario. Questo qui sotto è, invece, giusto un assaggio.



E il nostro 2022 non è finito qui. Infatti siamo molto felici di aver avuto l'occasione di tornare a fare eventi dal vivo e tra settembre e novembre ne abbiamo fatti ben due.


Presentazione documentario Microplastiche una minaccia invisibile

Sabato 24 settembre a PORTO 15 abbiamo avuto uno spazio all'interno dei tanti eventi organizzati per Giornate Europee delle Comunità Sostenibili nel #cohousing di via del porto 15 a #bologna . E la #sostenibilità sicuramente passa dal mettere al bando la #plastica

Proprio per questo motivo avremo il grande piacere di presentare sia il documentario delle amiche e degli amici di Nira sulla presenza delle microplastiche nell' #adriatico che il libro "Non tutto il mare è perduto" di Giuseppe Ungherese di Greenpeace Italia





Niente di comics

Il 19 novembre abbiamo presentato due graphic novel al Circolo Arci Guernelli. In un evento alla nostra maniera nel quale si chiacchiera e si prova a parlare di cose serie senza prenderci troppo seriamente e proprio per questo abbiamo invitato Duckbill SCHIZZIDINCHIOSTRO e Ravioli Uèstern -𝓟𝓲𝓮𝓻𝔃 a presentare le loro rispettive graphic novel: Liberi verso il vulcano. Marco Cappato, DJ Fabo e altre storie coraggiose di Duckbill e Science, Bitch! di Pierz.






Last but not least

Abbiamo un nuovo bellissimo studio.


Ci si vede nel 2023.

28 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
bottom of page