top of page
  • nientedimenolapost

Tute blu - Intervista con Davide Di Ciaula


Alegre nel 2022 ristampa il libro Tute blu di Tommaso Di Ciaula. Noi abbiamo intervistato Davide, il figlio di Tommaso, che ha presentato la ripubblicazione del libro alla Confraternita dell'Uva, libreria indipendente bolognese.


Sinossi tratta dalla ristampa di Alegre edizioni.

L’operaio pugliese Tommaso Di Ciaula dà alle stampe Tuta blu nel 1978 per Feltrinelli nella collana dei Franchi Narratori curata da Nanni Balestrini e Aldo Tagliaferri. Un romanzo-memoir-pamphlet che racconta l’industrializzazione a cottimo del meridione contadino con una penna rabbiosa e lucida, poetica e aggressiva. Il libro diventa un caso editoriale con svariate traduzioni all’estero. Viene anche adattato al cinema nel 1987 con Alessandro Haber nei panni del protagonista.

Quella di Di Ciaula è una scrittura con squarci lirici e invettive che colpisce l’ideologia lavorista dell’andare-camminare-lavorare assunta anche da una parte della sinistra. Procede per accumulazioni, lavorando di tornio attorno a questioni fondamentali come il contrasto tra mondo contadino e industriale o le nocività e gli infortuni di fabbrica, tra metallo arrugginito, orli di sole e spicchi di mare.

Un romanzo che con la fine della stagione della conflittualità operaia è stato spinto ai margini dell’industria editoriale e che ripubblichiamo perché pietra miliare della letteratura working class italiana.



Foto di Mimmo Tricarico dell'intervista con Davide Di Ciaula

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page